Archivi Blog

Racconto Bonsai: Solo pace.

grotta_dei_ladroni_N

Kurt terminò l’incantesimo e la parete esplose; il sottile diaframma di pietra si polverizzò lasciando al suo posto uno stretto budello scavato nella roccia.
Il giovane uomo si trascinò avanti, il solo muoversi una tortura per le miriadi di ferite, comunque continuò finché una luce in fondo al tunnel riaccese la speranza e lo spronò a accelerare l’andatura.
Il cunicolo terminò e si aprì sull’esterno: una lussureggiante foresta illuminata da una meraviglioso sole estivo.
Kurt fece gli ultimi passi quasi in trance mistica, il volto deformato dallo stupore.
Alla fine l’uomo giunse all’aria aperta, ma non ebbe nemmeno il tempo di guardarsi attorno che fu subito investito da una pioggia di frecce.
Kurt cadde al suolo e con l’ultimo alito di vita vide tre figure poco lontane.
Il demone guardò il corpo e si limitò a dire: – Ogni tanto qualcuno continua ancora a provarci, ma per fortuna gli allarmi funzionano ancora bene.
L’elfa annuì: -Già gli umani sono ostinati, lo sono sempre stati, dominati come sono dalle loro paure.
Il centauro invece sorrise: – Per nostra fortuna è così… E quando, unendo le capacità magiche dei nostri popoli, gli abbiamo ingannati facendogli credere che il mondo fosse diventato inabitabile, il terrore ha preso il sopravvento.
Il demone sghignazzò: – Si sono rintanati nelle profondità della terra per salvarsi.
L’elfa fu l’ultima a replicare: -E così deve rimanere. Perché sono una razza violenta, bellicosa… E da quando non ci sono più, qui c’è solo pace.

Annunci

Italian net-writer: Davide Mana

Esistono due tipi di divulgatori.
Il primo è un pontificatore che, dall’alto della sua conoscenza, incensa il pubblico con il suo sapere; per costoro la platea è piena di sudditi da istruire, ma conservando un senso di superiorità distaccata.
Il secondo, invece, informa per il gusto di farlo, perché nella condivisione trova un piacere sottile e assoluto senza mettersi in cattedra.
Davide Mana appartiene a quest’ultima fattispecie; lettore onnivoro, conoscitore raffinato del fantastico nostrano e estero, ha saputo creare con il suo blog (Strategie Evolutive) un polo di discussione molto interessante.
In più lo stesso Mana si è fatto promotore di una iniziativa interessantissima, il Lemuria Social Club.
Per spiegare che cos’è il Lemuria copio l’intestazione esplicativa presente nel sito.

Il Lemuria Social Club è la casa di quelli che sono stati definiti agili volumetti del fantastico e del misterioso.
Diversi autori si stanno cimentando con un nuovo formato – saggi di storia interstiziale, di forteana e di pulp non-fiction caratterizzati da un taglio leggero, un numero di pagine non superiore a 100 ed una distribuzione attraverso il web in formato ebook.
Il Lemuria Social Club è qui per dare spazio e visibilità a questi agili volumetti.
Sì, insomma, è pubblicità.
Però bella.

Mi sembra chiaro l’intento, in più lo stesso Mana ha pubblicato dei suoi lavori particolarmente interessanti.

Concludo solo con una frase: W gli agili volumetti.

Italian Net-writers: Alessio Gallerani

Centese doc, Alessio Gallerani, rappresenta un chiaro esempio di quella nuova generazione di scrittori, nata dal basso sgomitando a più non posso in un mondo editoriale italiano estremamente parco di opportunità.
Ho conosciuto il buon Alessio ormai alcuni anni or sono prima sul forum di Alan D. Altieri e poi dal vivo in vari incontri birreschi. Lo considero un amico, oltre a essere una persona con cui condivido una molteplicità di interessi, si è dimostrato nel tempo anche un ottimo narratore.
Una cosa che ammiro nello stile di Alessio è il suo innegabile tocco leggero, estremamente funzionale e gradevole pur trattando vicende crude.
Umile oltre misura, Alessio è il classico scrittore che si è fatto da se (non nel senso degli stupefacenti), ma lavorando su sé stesso e sul suo scrivere: esercitandosi ancora e ancora, limando le proprie opere con maniacale perizia.

Oltretutto il buon Alessio si è dimostrato estremamente poliedrico nei generi trattati, passando con disinvoltura dalla fantasy per ragazzi (la saga di Root World, il mondo delle radici: http://www.fantasymagazine.it/notizie/8829/root-world-la-radice-oscura/), all’horror urbano con Nimbus (http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=636782), alla fantascienza goliardica e irriverente, Idiota universo (http://www.ibs.it/ebook/Gallerani-Alessio/Idiota-Universo/9788863690231.html).
Che altro dire….Leggetelo, è un ordine.