Archivi Blog

Italian net-writer: Davide Mana

Esistono due tipi di divulgatori.
Il primo è un pontificatore che, dall’alto della sua conoscenza, incensa il pubblico con il suo sapere; per costoro la platea è piena di sudditi da istruire, ma conservando un senso di superiorità distaccata.
Il secondo, invece, informa per il gusto di farlo, perché nella condivisione trova un piacere sottile e assoluto senza mettersi in cattedra.
Davide Mana appartiene a quest’ultima fattispecie; lettore onnivoro, conoscitore raffinato del fantastico nostrano e estero, ha saputo creare con il suo blog (Strategie Evolutive) un polo di discussione molto interessante.
In più lo stesso Mana si è fatto promotore di una iniziativa interessantissima, il Lemuria Social Club.
Per spiegare che cos’è il Lemuria copio l’intestazione esplicativa presente nel sito.

Il Lemuria Social Club è la casa di quelli che sono stati definiti agili volumetti del fantastico e del misterioso.
Diversi autori si stanno cimentando con un nuovo formato – saggi di storia interstiziale, di forteana e di pulp non-fiction caratterizzati da un taglio leggero, un numero di pagine non superiore a 100 ed una distribuzione attraverso il web in formato ebook.
Il Lemuria Social Club è qui per dare spazio e visibilità a questi agili volumetti.
Sì, insomma, è pubblicità.
Però bella.

Mi sembra chiaro l’intento, in più lo stesso Mana ha pubblicato dei suoi lavori particolarmente interessanti.

Concludo solo con una frase: W gli agili volumetti.

Annunci

Italian net-writers: Alessandro Girola

Si può scrivere di qualcuno che si stima cercando nel contempo di rimanere il più obbiettivo possibile? Certamente si può tentare e è quello che cercherò di fare in questa  sede.
Ho incontrato Alessandro Girola nel web in quel sano crocevia di incontri e fucina di idee che è stato, e che è ancora, il forum degli appassionati dello scrittore Alan D. Altieri.
Fin da subito Alessandro (o MacNab, il nickname che si era scelto come pseudonimo) si è subito fatto riconoscere per lo stile, per l’amore critico verso la narrativa, il cinema e il fumetto di “genere”.
Non nascondo che in lui (ma anche in altri autori di cui parlerò in altri articoli) ho ritrovato una parte di me stesso che ritenevo fosse isolata e da “nerd” (non nel senso di secchione, ma di diverso, estraneo, fuori dal coro), che in parte mi ha consolato e nel contempo spronato a mettermi in gioco.
Ma non siamo qui a parlare di me (anche se fatico a scindere le due cose in quanto ritengo ci siano molti punti di contatto, pur con delle sostanziali differenze), ma di Alessandro ed è meglio non perdere il focus.
Alessandro ha iniziato come tutti gli scrittori in erba: ossia si è cimentato nei generi che di più lo infervoravano come lettore, il thriller fantapolitico, l’horror… mantenendo però una sua dimensione originale, rimanendo fedele a se stesso.
Tutti noi siamo cresciuti a pane e letteratura americana e per molti è stato quindi naturale ambientare i propri romanzi negli States con protagonisti “made in U.S.A.”; Alessandro d’altro canto si subito differenziato privilegiando la locazione nostrana e mettendola in risalto (a volte al centro) della trama.
Il buon Girola si è dimostrato nel tempo un autore a tutto tondo cimentandosi in moltissimi generi (ucronia, horror, fantascienza, catastrofismo, steampunk) senza fossilizzarsi mai, evolvendo sempre, ma con una sola idea in testa: scrivere divertendosi.

In questa missione lo ha certamente aiutato il blog che ha aperto ormai da alcuni anni e in cui parla delle sue passioni, in cui recensisce libri, film e fumetti e in cui sperimenta nuove forme di comunicazione muti-mediale (da ricordare l’esperimento del survival blog di cui è stato uno dei vivacissimi fautori e promotori).
Ma non solo lo stile contraddistingue il nostro MacNab, ma anche le scelte di pubblicazione in rete, nel rendere fruibile le proprie produzioni in formato e-book gratuitamente o a prezzi praticamente irrisori; dimostrando fuori di dubbio che si possono fare auto-produzioni di qualità eccellente.
Vi esorto quindi a leggere Alessandro Girola non solo perché è bravo, ma perché è molto bravo.

Il link al blog dell’autore: http://mcnab75.livejournal.com/

Il link al sito dell’autore: http://www.alessandrogirola.com/

Adotta un eBook

Ho deciso di rispondere all’iniziativa proposta dall’amico Girola (http://mcnab75.livejournal.com/467920.html il link) sia perché quello degli e-book è un argomento che mi sta mooolto a cuore sia perché mi permette di consigliare uno scrittore che io stimo e che sento a me particolarmente affine.
Io e il Wolfman (all’anagrafe Enzo Milano, ma per me rimane l’uomo lupo) ci siamo conosciuti anni fa sul forum dedicato agli appassionati dello scrittore Alan D. Altieri; si può dire che abbiamo cominciato a scribacchiare assieme nella rete e sempre assieme ci siamo “sverginati” nel cartaceo nella antologia “Gli occhi dell’Hydra”, per poi continuare con l’antologia commemorativa di Lovecraft “Progenie”.
Considero una anima a me affine (anche se non sono sicuro che questa cosa gli farà piacere: dopotutto lui è un lupo, ma io sono una bestia).
Ho deciso quindi di adottare la sua opera “Spettri della Zona Unouno” sia perché adoro il cyberpunk sia per la particolarissima ambientazione italiana; ma la motivazione principale è lo stile avvincente e incalzante.
Da leggere e basta!

Breve sinossi: Milano, megalopoli del futuro. Tra la tecnologica downtown e la ricca periferia corporativa, si estende un vasto anello di criminalità, povertà e degrado, suddiviso in distretti denominati: zone esterne. La International Core Security, corporazione che si occupa della pubblica sicurezza, ha un solo obiettivo: cancellare quelle aree e i pericoli che contengono. La Direttrice Anna Langelli è disposta a tutto pur di realizzare il suo progetto, anche a eliminare i dipendenti che le si oppongono. Ma non tutto andrà come sperato, soprattutto quando la notizia raggiungerà uno sparuto gruppo di disperati dei bassifondi. Gente che non ha nulla da perdere, abituata a difendersi per vivere. Tra corse clandestine, cibernetica e nanotecnologia, viaggi nella realtà virtuale e intrighi corporativi da cyberpunk old-style, si consumerà l’avventura sul filo del rasoio degli “Spettri della zona UnoUno”.

http://enzomilano.wordpress.com/ il sito dell’autore.

http://www.ultimabooks.it/spettri-della-zona-unouno il link per scaricare l’e-book in formato epub al modico prezzo di 3,99 euro o noleggiarlo.